Ho confrontato la pagina facebook di Matteo Salvini con quella di altri politici e brand famosi - Andrea Lombardi
Chiusura menu principale

Ho confrontato la pagina facebook di Matteo Salvini con quella di altri politici e brand famosi

Il risultato è impressionante: nessuno sta dietro a Matteo Salvini, nemmeno la pagina Facebook di Facebook va bene come quella di Salvini

Ho confrontato la pagina facebook di Matteo Salvini con quella di altri politici e brand famosi

Ho confrontato la Pagina Facebook di Matteo Salvini con quella di altri politici e con quelle di alcuni brand famosi nel mondo. Il risultato è impietoso.

Salvini batte tutti.

Per confrontare le pagine ho preso in considerazione cinque metriche e le ho misurate nell’arco dell’ultimo mese:

  • Numero di fan
  • Crescita della pagina
  • Engagement
  • Post al giorno
  • Valore equivalente in pubblicità

Numero di fan: poco rilevante, ma serve per dare un’idea della portata e del pubblico potenziale che le varie pagine possiedono.

Crescita della pagina: misura quanti nuovi followers guadagna la pagina in percentuale a quelli che possedeva all’inizio della misura.

Engagement: indica quanto spesso i follower interagiscono con i post della pagina. Se ho 100 fan e ogni giorno ricevo 100 interazioni, avrò un’engagement del 100%.

Post al giorno: giusto per capire il volume di contenuti postati giornalmente.

Valore equivalente in pubblicità: indica quanti soldi dovrei spendere in Facebook Advertising per raggiungere la stessa quantità di pubblico raggiunta dalla pagina esaminata.

Bene, iniziamo.

Salvini contro i politici

Ho confrontato Salvini con: Luigi Di Maio, Giorgia Meloni, Laura Boldrini, Matteo Renzi, Simone Di Stefano, Alessandro Di Battista, Roberto Saviano, Donald Trump, Pietro Grasso, Beppe Grillo, Barack Obama e Silvio Berlusconi.

1. Numero di fan

Numero di fan dei politici italiani

 

Il numero dei fan dei politici includendo Trump e Obama

In questo caso ho diviso i grafici perché vista la differenza di popolazione tra Italia e Stati Uniti sarebbe stato come paragonare mele e patate. Però mi interessa mostrare che il pubblico di Trump e Obama è molto più grosso di quello di Salvini. Tenetelo a mente per quello che vedrete tra poco.

2. Crescita della pagina

Crescita media settimanale (%)

3. Engagement

Interazioni degli utenti con i post della pagina (%)

4. Post al giorno

Numero di post mediamente pubblicati in una giornata

5. Valore equivalente in pubblicità

Quanto dovrei spendere per raggiungere le stesse persone (€)

Questo è il grafico più impressionante: per coprire il pubblico che Salvini raggiunge in un mese ci vogliono 6,8 milioni di euro di pubblicità pagata su Facebook. Seguono Di Maio con 3 milioni e mezzo, Trump con 3 milioni, Meloni con 1,2 milioni e Saviano con “soli” 479.000€.

Salvini contro tutti

Ho confrontato Salvini con alcuni brand internazionali e altri personaggi di spicco: Enrico Mentana, Lercio, Ah, ma non è lercio, La Repubblica, Marco Montemagno, Cristiano Ronaldo, Amazon, Google, Facebook, Fedez, Apple, Chiara Ferragni e Coca-Cola.

1. Numero di fan

Il numero dei fan escludendo i colossi internazionali

 

Il numero dei fan includendo i colossi internazionali

2. Crescita della pagina

Crescita media settimanale (%)

3. Engagement

Interazioni degli utenti con i post della pagina (%)

4. Post al giorno

Numero di post mediamente pubblicati in una giornata

5. Valore equivalente in pubblicità

Quanto dovrei spendere per raggiungere le stesse persone (€)

Anche qui, è impressionante come i 6,8 milioni di euro di Salvini non abbiano sostanzialmente concorrenza. Una nota merita la pagina di Apple, che ho inserito per pura rappresentanza. Nonostante sia una delle aziende più ricche e di successo del pianeta la sua pagina di fatto non esiste, è solo un segnaposto non utilizzato.

Questo anche per spiegare che non necessariamente il successo su Facebook è legato al successo in termini di business. Almeno per quanto riguarda la vendita di prodotti.

Approfondimenti

Il mio interesse per il successo di Salvini sui social è nato dopo aver letto una bella intervista di Rolling Stone in cui Alessandro Orlowski racconta il modo in cui viene gestita la pagina di Salvini.

Vi segnalo un paio di libri sull’argomento Big Data:

E un paio di libri se volete capire come funziona davvero Facebook e come sfruttarlo:

Più tre video di approfondimento sulla comunicazione di Salvini:

Fonti e note

I dati provengono dagli strumenti di analisi di Fanpagekarma. Questa analisi è puramente quantitativa e non tiene contro, tra le altre cose, del sentiment delle interazioni tra le persone e le pagine prese in esame.

27 Luglio 2018
Le ONG promuovono la migrazione? Esiste il “pull factor”?

Le ONG promuovono la migrazione? Esiste il “pull factor”?

Il famoso "pull factor" esiste? Sapere che ci sono le ONG che accorrono a salvare i gommoni, ne fa partire di più?

leggi l'articolo
La bufala della pizzeria boicottata per il pizzaiolo nero

La bufala della pizzeria boicottata per il pizzaiolo nero

Ha fatto il giro d'Italia la pizzeria boicottata perché il nuovo pizzaziolo è un africano. Peccato che sembrerebbe una balla colossale

leggi l'articolo
Il lavoro è un diritto? No.

Il lavoro è un diritto? No.

La Costituzione si sbaglia quando dice che il lavoro è un diritto, per questo la legge non la rispetta

leggi l'articolo
Roberto Burioni è un caprone qualsiasi?

Roberto Burioni è un caprone qualsiasi?

Qualche problema c'è, e forse sta nel fatto che sia un arrogante, borioso, cafone e sgradevole personaggio

leggi l'articolo
X Factor non mi ha rotto il cazzo, i musicisti invece sì

X Factor non mi ha rotto il cazzo, i musicisti invece sì

I talent sarebbero mattatoi dove la musica viene uccisa, musicifici dove la tecnica ha tutti gli onori e dell'arte si è persa ogni traccia?

leggi l'articolo
Censurare le fake news da YouTube?

Censurare le fake news da YouTube?

SkyTg24 realizza un servizio che indaga sull'algoritmo di YouTube, che spesso favorisce video contenenti fake news o tesi complottiste

leggi l'articolo